Uno spazio per liberarsi dallo stress, per gli uomini

Passata l’estate, con i ritmi della vita che riprendono, o non si sono mai fermati, la pressione aumenta.

Pressione che viene dai nostri progetti, aspettative, aspirazioni, dalle relazioni, dai conflitti e dalle disillusioni, dai successi e dagli insuccessi.  Come uomini tendiamo a considerare tutto questo un qualcosa di privato e personale, da far uscire poco, meglio ancora niente.

La pressione porta la difficoltà nel leggere le relazioni: quelle lavorative, e quelle, che più ci feriscono, con i nostri cari, con le nostre compagne.
Aumenta il carico di fatica emotiva, il senso di isolamento, l’ansia,  la chiusura in se stessi, l’irritabilità, la rabbia, repressa o peggio sfogata come capita.

Come insegnante di yoga, come trainer, so che è possibile creare uno spazio in cui recuperare centratura e liberarsi dallo stress, dalla fatica nervosa per poter ripartire e per poter scegliere la direzione.
Uno spazio in cui uscire dalle difficoltà nell’isolamento, dall’idea di dover sempre essere sufficienti a se stessi, dalla pretesa di aderire ad un modello.

Uno spazio per uomini, in cui approfondire attraverso il Kundalini Yoga, la consapevolezza della propria potenza e capacità, per riuscire a sostenere al meglio noi stessi e coloro con cui condividiamo l’avventura dell’esistenza.

Ci vediamo venerdì 14, dalle 20.30 alle 22.00 a Shakti YogaLab. Per cortesia, soltanto su prenotazione seguendo questo link

Karta Singh

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.